Stage di Kung Fu per sostenere i progetti della Associazione Onlus Immensamente Giulia

Il prossimo 30 marzo, iscrivendosi all’appuntamento formativo e tecnico di kung fu che si terrà a Roma, presso il Maximo Sport & Fitness di via di Casal Boccone, 283, si contribuirà a ricordare uno degli angeli del terremoto del 24 agosto 2016 e a dare forma ai progetti portati avanti da un’associazione che persegue delle finalità sociali per il bene della comunità e delle nuove generazioni. Il seminario formativo sull’arte marziale cinese sarà condotto dai Maestri Luigi Martone (Hung Gar – Danza del Leone Cina del Sud), Alessandro Cossu (Kwong Sai Jook Lum Pray Mantis), Nino Tirelli (Taiji Chen e Yang) e Simone Sebastiani (Wing Chun).

guarda anche il sito: http://www.opesitalia.it/stage-kungfu-sostenere-onlus-immensamente-giulia/

1° TROFEO DI JUDO IMMENSAMENTE GIULIA

Il C.S.C.R. “Piergiorgio Frassati” con il patrocinio dello C.s.e.n. Abruzzo Settore Judo e del Comune di Fonte Nuova e in collaborazione con la Tanjo a.s.d. ha organizzato il 

1° TROFEO DI JUDO IMMENSAMENTE GIULIA

24 Febbraio 2019 presso la Scuola Media “Luigi Pirandello”, Via degli Appennini 55, Fonte Nuova (RM) – dalle 8 alle 13.

Di seguito la locandina e il regolamento dell’evento: 

TROFEO IMMENSAMENTE GIULIA

 

UN POZZO PER GIULIA

In primo piano

“Abbiamo deciso di donare sorrisi ai bambini e sposato il progetto di Amref per la realizzazione di un bacino idrico nella scuola Kiukuni in Kenya, nella località di Voo-Kiamatu. Dare acqua a quei bambini, significa garantire igiene, salute, benessere e soprattutto futuro. Un piccolo gesto rende centinaia di sorrisi!”

In questi mesi sarà importante il contributo di tutti coloro che vorranno unirsi a Fabio, Michela e a tutto il grande gruppo della onlus Immensamente Giulia, partecipando ai loro eventi.

Ogni gesto di generosità sarà come una goccia, che unita a tante altre, avrà la potenza di un fiume in piena. Ogni piccolo aiuto darà infatti la possibilità di portare, insieme ad Amref, acqua pulita nella scuola di Kiukuni, assicurando così una vita in salute e un futuro a più di 400 bambini.

Al momento, la scuola può contare solo sull’acqua di un fiume stagionale che si crea vicino alla struttura. Acqua non filtrata e quindi non sicura da bere. Per questo motivo, la maggior parte dei bambini è costretto reperire acqua potabile prima di andare a scuola, ma questo finisce per incidere negativamente sul loro rendimento e sulla frequenza alle lezioni. Le distanze da percorrere, infatti, sono lunghe, anche chilometri.

Grazie alla cisterna per la raccolta di acqua piovana che installeremo, la scuola avrà una fornitura continua di acqua che verrà potabilizzata e protetta.

I bambini potranno finalmente dedicarsi solo allo studio, alle attività scolastiche e al perseguimento dei loro sogni.